Home » Approfondimenti sulla salute » Come eliminare i brufoli

Come eliminare i brufoli

Tra gli inestetismi cutanei più comuni si collocano senza ombra di dubbio i brufoli. Si tratta di macchioline rosse contenenti pus, che compaiono solitamente sul viso, soprattutto in zone quali fronte e mento, e più raramente sulla schiena e sul petto. Quando i brufoli sono molto frequenti e numerosi, allora si può parlare di acne.

Brufoli: quali sono le cause?

Tra le cause principali nella formazione di questi inestetismi vi sono gli squilibri ormonali, tipici della fase adolescenziale: queste alterazioni, infatti, portano ad una produzione di sebo più elevata che, invece di essere rilasciato attraverso i pori cutanei, si accumula. Questo accumulo è dovuto alla conseguente sovrapproduzione di cheratina da parte delle cellule dei follicoli piliferi, che crea un’ostruzione al livello del poro.

Inoltre, fattori esterni, come l’inquinamento e il fumo, contribuiscono all’accumulo di impurità sulla pelle, che andranno ad ostruirne i pori.
Anche uno stile di vita poco sano, un’alimentazione scorretta, un utilizzo di cosmetici irritanti e aggressivi sono altri fattori che concorrono alla formazione di brufoli.

Quali rimedi adottare?

Uno dei primi passi da seguire nel combattere la formazione dell’acne è sicuramente una profonda pulizia del viso. È consigliabile lavare il viso con acqua tiepida due volte al giorno, mattina e sera, e utilizzare prodotti detergenti che eliminino le impurità che causano l’occlusione dei pori.

L’idratazione è fondamentale quando si parla di pelli impure, e l’utilizzo di una buona crema anti brufoli idratante è di altrettanta importanza, in quanto ha, tra le sue funzioni, quella di mantenere la barriera protettiva dell’epidermide, impedendo così l’accumulo di impurità.

Un altro passaggio importante per eliminare i brufoli è senza dubbio l’esfoliazione, in quanto permette di purificare a fondo la pelle rimuovendo residui e cellule morte che portano all’ostruzione dei pori cutanei.

Anche le maschere all’argilla sono particolarmente indicate nel trattamento di una pelle acneica, grazie alle sue proprietà assorbenti che regolano la produzione di sebo.

Brufoli e rimedi naturali

I rimedi naturali giocano un ruolo determinante nel contrastare e prevenire la formazione di brufoli. Vediamone alcuni.

  • Olio del tè: le sue proprietà antibatteriche aiutano ad eliminare i batteri responsabili della formazione dell’acne, prevenendo anche la sua formazione futura. L’olio agisce penetrando in profondità nei pori dell’epidermide, accelerando la sua guarigione. Attenzione: l’olio del tè non va mai utilizzato da solo, e perciò è bene diluirlo in acqua o con dell’olio di mandorle prima di applicarlo tramite un batuffolo di cotone;
  • Aloe vera: possiede proprietà astringenti e numerosi principi attivi, come l’acido cinnamico e l’aloina, che aiutano a prevenire la formazione dei brufoli e a favorirne la cicatrizzazione. Va applicata in gel sul viso lasciandola agire per 15 minuti, e il procedimento va ripetuto almeno due volte la settimana;
  • Calore: stimola la circolazione sanguigna, che accelera il processo di guarigione dell’acne. Utilizzando un panno morbido imbevuto d’acqua calda, si applica una pressione sui brufoli per pochi minuti. Si possono anche utilizzare impacchi caldi di tè nero, che aiutano a ridurre l’infiammazione.
  • Olio essenziale di limone: è ottimo per curare i segni lasciati dall’acne, e va applicato direttamente sulla pelle.

È possibile ovviare al problema dei brufoli anche attraverso alcuni rimedi casalinghi, utilizzando prodotti facilmente reperibili in casa:

  • Aglio: perfetto antibiotico naturale, va semplicemente strofinato crudo sulla pelle più volte al giorno;
  • Dentifricio: aiuta ad asciugare i brufoli e a ridurne le dimensioni. Basta applicarlo nei punti interessati prima di andare a dormire, e risciacquare il giorno seguente con dell’acqua tiepida. Questo procedimento va ripetuto fino alla sparizione del brufolo;
  • Bicarbonato di sodio: come il dentifricio, aiuta a seccare i brufoli. È sufficiente preparare un composto da un cucchiaino di bicarbonato e uno di acqua e applicarlo dove necessario, lasciando agire per 15-20 minuti, e risciacquare con acqua tiepida;
  • Acqua e sale: è una soluzione disinfettante, preparata con un cucchiaio di sale grosso disciolto in acqua calda ed applicata sulla cute con un batuffolo di cotone;
  • Aceto bianco: è utile poiché contribuisce alla normalizzazione del pH cutaneo e alla guarigione dei brufoli. Ne basta qualche goccia applicata tramite del cotone.

Brufoli e prevenzione: partire dallo stile di vita

I prodotti per contrastare la formazione dell’acne svolgono solo una parte della cura di questo inestetismo e della prevenzione per la sua comparsa futura. Uno stile di vita sano, infatti, è indispensabile per mantenere pulito sia il nostro organismo, sia la nostra pelle.

Un’alimentazione corretta, ricca di vitamine e minerali, è il punto di partenza: cibi fritti, insaccati e dolci, soprattutto se assunti in grosse quantità, sono tra le cause scatenanti dell’acne. L’ideale sarebbe evitarli, o ridurre al minimo le quantità, e favorire cibi ricchi di omega 3, come salmone, sgombro, semi di lino, cereali, legumi e noci. Ulteriori alleati sono anche l’olio d’oliva con la sua vitamina E, frutta e verdura ricche di vitamina A e C e alimenti ricchi di probiotici come yogurt e tofu.

Un ruolo importante è giocato anche dall’idratazione: è bene assumere il giusto quantitativo d’acqua durante la giornata, almeno due litri, per aiutare l’organismo a purificarsi dalle tossine e la pelle a mantenersi idratata.
Un altro aiuto fondamentale proviene dal tè verde, di cui si consiglia bere un infuso 3 volte al giorno: le sue proprietà antinfiammatorie e depurative contribuiscono a riequilibrare la produzione di ormoni, favorendo la scomparsa dell’acne.

Anche lo stress ed ore insufficienti di sonno sono senza dubbio tra le cause scatenanti della formazione di inestetismi cutanei. Per questo motivo, dormire almeno 7 o 8 ore a notte apporterà benefici non solo al fisico, ma anche alla nostra pelle.

Un consiglio utile da adottare quando si parla di cura della cute è evitare la prolungata esposizione ai raggi solari ultravioletti, poiché favoriscono la produzione di sebo e la conseguente formazione di acne. L’ideale sarebbe adottare una protezione anche in città e durante l’inverno, tramite una crema solare applicata ogni 2 ore circa.

Lascia un commento